Sicurezza alimentare (HACCP)

haccp

Safety Partner offre una serie di servizi per ottemperare agevolmente a tutti gli obblighi previsti dal Reg. Ce 852/04 e dal d.lgs. 193/07 in materia di igiene degli alimenti, sia da un punto di vista documentale, sia attraverso consigli pratici per l’applicazione del Piano di Autocontrollo Sanitario.

Questi servizi sono:
– stesura del piano di autocontrollo;
– correzioni, adeguamenti,
– messa in atto di un sistema di registrazioni,
– verifiche analitiche di laboratorio,
– corsi di formazione.

Per le Regioni nelle quali è stato sospeso l’obbligo dei libretti sanitari si ricorda che questo, oggi, è sostituito da una formazione igienico sanitaria con frequenza periodica oltre ad ulteriori semplificazioni delle procedure di autocontrollo.

Con la Legge regionale lombarda n. 33 del 30 dicembre 2009, tenuto conto della diversa terminologia utilizzata ora dal legislatore, per l’individuazione degli addetti che devono essere formati/aggiornati (art.126,comma 1), sostanzialmente gli obblighi posti a carico degli operatori del settore alimentare (titolari), in materia di formazione d’igiene alimentare, sono rimasti inalterati rispetto a quelli previsti dalla normativa previgente.

In relazione al tipo di attività, gli addetti al settore alimentare e i responsabili dell’elaborazione, gestione delle procedure per l’applicazione dei principi del sistema H.A.C.C.P devono essere adeguatamente formati (Reg. CE 852/2004 richiamato nell’art. 126).
I corsi che sostituiscono i libretti sanitari dovranno avere durata e contenuti correlati con la specifica tipologia dell’attività degli addetti.

Di seguito le principali fonti normative in materia:

Regolamento CE 852/2004:
(art. 5, paragrafo 1) Gli Operatori del settore alimentare predispongano, attuino e mantengano una o più procedure permanenti, basate sui principi del sistema HACCP;

(all’art. 5, paragrafo 4) Gli Operatori del settore alimentare:
– dimostrino all’Autorità Competente che essi rispettano il paragrafo 1, secondo le modalità richieste dall’Autorità Competente, tenendo conto del tipo e della dimensione dell’impresa alimentare;
– garantiscano che tutti i documenti in cui sono descritte le procedure elaborate a norma del presente articolo siano costantemente aggiornati;
– conservino ogni altro documento e registrazione per un periodo adeguato

La mancata o non corretta applicazione dei sistemi e/o delle procedure predisposte ai sensi del d.lgs. 193/2007 prevede sanzioni pecuniarie.

Contattateci per maggiori informazioni.

Condividi: